Consegna Fiori a domicilio Author - admin

Braiera

Braiera

La Braiera è un albero della famiglia delle Rosacee. E’ originario dell’Etiopia e i suoi fiori essiccati vengono importati dai nostri erboristi. Le parti usate sono i fiori essiccati. La Braiera cura la tenia. Contro la tenia si prepara un infuso di foglie in polvere messe in acqua calda. La Braiera è conosciuta anche col nome di Cusso. Spedire una pianta ornamentale come la Braiera e un bouquet di fiori misti è un’idea originale e perfetta per arrivare dritti al cuore di chi ami. Spedisci fiori è un servizio di consegna fiori a domicilio che vi permette di inviare splendide composizioni floreali da abbinare a tutti gli omaggi che preferite come un orsacchiotto di peluche, una scatola di cioccolatini o una bottiglia di spumante e far reccapitare il tutto a domicilio ovunque vi troviate. Grazie al servizio di invio internazionale potrete spedire fiori e piante in tutte le città italiane e del mondo e i nostri fioristi specializzati e professionali si occuperanno di confezionare preziosi mazzi di fiori e consegnarli al domicilio richiesto. Scegli spedisci fiori per un’occasione particolare come può essere un funerale: spedisci fiori invierà la vostra composizione funebre, un cuscino, un cesto o una corona di fiori a domicilio, alla camera mortuaria o direttamente al funerale in Chiesa. Per non mancare ad eventi tanto importanti affidati ai migliori nel settore e consegna fiori e piante a domicilio con spedisci fiori. Abbinando un biglietto per esprimere qualche parola d’affetto riuscirete a colpire il cuore di chi amate anche a distanza.

Lo staff di spediscifiori

Berbero

Berbero

Il Berbero è una pianta cespugliosa della famiglia delle Berberidacee. Può raggiungere altezze di 2 o 3 metri. Ha corteccia grigiastra e legno giallo. Le foglie sono lucide con margini spinosi. I fiori assomigliano alle rose selvatiche, hanno un colore giallo carico e sono disposti a grappoli. Il frutto è una bacca rossa e ovale. Si trova soprattutto in Sardegna e Sicilia. Fiorisce nella tarda primavera. Le parti usate sono la corteccia delle radici, le foglie, le bacche. Cura la diarrea intestinale e la febbre da malaria. In caso di diarrea si prepara un infuso di corteccia di radice in acqua. Contro la febbre malarica è indicato un decotto di foglie in acqua. E’ conosciuto anche con i nomi di Trespino, Crespino, Spina santa. Regalare una bellissima pianta di Berbero a domicilio è un’idea originale e molto gradita per chi possiede uno spiccato pollice verde. Con il nostro servizio di spedisci fiori a domicilio potrai inviare splendide composizioni floreali per qualsiasi occasione come un compleanno, un anniversario o un matrimonio e fare felice chi ami in un giorno speciale anche quando la distanza vi separa. Nel catalogo troverete bouquet di fiori misti, tulipani, gerbere, gigli e girasoli, o splendidi mazzi di rose per un gesto intramontabile e romantico. In allegato con il vostro omaggio floreale abbinate un bigliettino dove scrivere parole d’affetto o d’augurio e noi di spedisci fiori lo consegneremo a domicilio in qualunque città d’Italia o del mondo grazie al servizio di invio internazionale. Scegliete la composizione floreale che fa più per voi e inviatela a domicilio con una scatola di cioccolatini. Rendete il vostro regalo floreale speciale con spedisci fiori.

Lo staff di spedisci fiori

Artemisia

Artemisia

L’Artemisia è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Composite. E’ alta circa un metro e mezzo, con fiori gialli a spighe. Le foglie di un verde delicato sono pelose. Ha un certo profumo di assenzio. Si trova lungo le strade, le siepi, i corsi d’acqua, i muri. Predilige i luoghi aridi. Fiorisce durante l’estate. Le parti usate sono i fiori, le foglie e le radici. Vengono fatte seccare al sole e all’aria, in luoghi senza polvere. Cura le convulsioni dei bambini, l’epilessia, le mestruazioni difficili e dolorose. Nelle convulsioni dei bambini e nell’epilessia si usa la polvere a base di polvere di radice essiccata e zucchero; contro le mestruazioni difficili e dolorose è utile invece un infuso di foglie e fiori secchi in acqua bollente. Consegnare una pianta di Artemisia a domicilio è un regalo perfetto per sorprendere chi ami e chi si trova lontano da te. Con il nostro servizio spedisci fiori e piante a domicilio in tutte le città d’Italia e nel mondo grazie al sevizio di invio internazionale. Non perdete altro tempo e scegliete tra le numerose composizioni floreali quella perfetta da regalare a chi amate. Nel catalogo di spedisci fiori ci sono numerose piante ornamentali ma anche meravigliosi bouquet di fiori misti e colorati per rallegrare la giornata dei vostri cari. Affidatevi ai migliori nel settore da anni e scegliete spedisci fiori per poter regalare un’emozione anche a chi si trova lontano da voi fisicamente. Penseranno i nostri fioristi a confezionare in maniera originale le vostre composizioni floreali e a consegnarle al domicilio richiesto.

Lo staff di Spediscifiori

 

Angostura Vera

Angostura Vera

L’Angostura Vera è una pianta sempreverde della famiglia delle Rutacee. E’alta e dritta, con foglie verdi e palmate, fiori bianchi e rosa riuniti in spighe. La corteccia è simile al sughero, con odore nauseabondo e sapore aromatico. Si trova nelle regioni dell’Orinoco, in Venezuela. Le parti usate sono la corteccia, per la preparazione di medicinali; la tintura, ottenuta dalla corteccia polverizzata, serve per la preparazione di liquori, aperitivi, digestivi. Ha proprietà febbrifughe, stomatiche, toniche e si sconsiglia di usare l’Angostura vera in polvere perchè la sua dosatura, che deve essere effettuata in frazioni di grammi, risulta piuttosto difficile. L’Angostura vera deriva il suo nome dalla città di Angostura, diventata poi Ciudad Bolivard, in onore di Simon Bolivard. In questa zona la pianta è molto frequente. Per questo motivo la pianta può essere perfetta per un regalo da consegnare a domicilio. Il nostro servizio di spedisci fiori a domicilio è adatto all’occasione, e manderà bellissimi fiori a domicilio e piante secondo il vostro gusto. Mandare fiori e piante a domicilio per un compleanno o un anniversario è un’idea sensazionale e sicuramente perfetta per fare un figurone. Arriva dritta al cuore con un bouquet di fiori o una pianta ornamentale e esprimi i tuoi più sentiti sentimenti d’affetto. Consegna fiori a domicilio per una ricorrenza come la festa delle donne, la festa degli innamorati come San Valentino, la festa della mamma o la festa del papà. Sul sito di spedisci fiori troverete numerosi opzioni floreali come mazzi di colorati tulipani o rose rosse. Non aspettare e ordina un bouquet a domicilio con spedisci fiori. Lo staff di spedisci fiori.

Come coltivare le Viole

Le Viole sono piccole Piante perenni coltivate come piante stagionali e poste a dimora in autunno e in primavera. Queste Piante possono sopportare anche gelate molto prolungate senza smettere di produrre fiori  che quindi ci aiuteranno per tutti i lunghi mesi invernali. Appartenente alla famiglia delle Violaceae, la Viola, comunemente chiamata viola del pensiero, è una Pianta selvatica di origine europea, diffusa dall’uomo in buona parte dell’America e dell’Oriente.

Si possono coltivare in vaso e in piena terra, avendo cura in interrarle in un terreno soffice e ricco e molto ben drenato, si interrano solo fine all’attaccatura delle radici evitando di affossare eccessivamente il piede nella Pianta, altrimenti le piccole Viole tendono con facilità a morire a causa di marciumi radicali. Quando le interriamo mescoliamo del concime granulare a lenta cessione, specifico per Piante da fiore, in questo modo le nostre Viole avranno sufficienti concimazioni fino a primavera. Nel posizionarle ricordiamo di spaziare le Viole di almeno 10- 15 cm tra pianta e pianta, in modo che possano svilupparsi agevolmente.

Queste Piante sono rustiche e non necessitano di grandi cure, quando le poniamo a dimora, scegliamo una giornata non eccessivamente fredda e annaffiamo abbondantemente il terreno.

Alta circa 15-20 centimetri, la Viola presenta un fusto esile e verde scuro con foglie ovali e coperte da una lieve peluria. I fiori sono dotati di cinque petali, due di colore viola uniforme e gli altri con sfumature più tenui anche bianche e un’area di colore giallastro poco estesa al centro, che fioriscono dalla primavera alla fine dell’estate.

Se il clima è eccessivamente piovoso le Viole potranno accontentarsi dell’acqua portata dalle precipitazioni, se invece il clima è particolarmente siccitoso dovremmo provvedere ad innaffiarle, attendendo sempre che il terreno sia asciutto da qualche giorno prima di innaffiare nuovamente. Evitiamo di annaffiarle quando fa molto freddo e il terreno tende a gelare.

Periodicamente controlliamo le piccole Piante e rimuoviamo i fiori appassiti e il fogliame rovinato dalle intemperie, in modo che l’aspetto delle piantine sia sempre piacevole e sano. Quando andiamo ad eliminare il fiore appassito mi devo fornire i cesoie in quanto lo stelo e molto delicato, lo vado a tagliare direttamente dalla base.

Sono Piante che quando le acquistiamo sono piccolissime, ma appena tocca terra si allargano tantissimo ed è molto generosa più che prenda più sole possibile.

Ricordiamo che le Viole sono anche commestibili e vanno anche molto di moda, m hanno anche proprietà diuretiche e depurative, infatti nel sud della Francia fanno delle caramelle buonissime. Si utilizza con successo anche nella cura di problemi legati alla pelle come l’acne, vari tipi di dermatosi e l’ orticaria, favorire la cicatrizzazione e la rapida guarigione di ferite superficiali.

Date le sue proprietà emollienti vi sono in commercio diversi tipi di creme ed unguenti a base di viola. I componenti presenti nelle foglie e nei fiori, quali oli essenziali, carotenoidi, saponine, Sali minerali e vitamina C.

Secondo le leggende francesi dentro i petali delle Viole del pensiero è possibile scorgere il volto della persona amata e regalare una piantina di Viole ha un unico messaggio: pensa a me!

La Pianta di Viola rappresenta inoltre i ricordi passati, legati all’infanzia o a particolari momenti sereni della vita, con questo fiore si da prova della propria dedizione nei confronti della propria amata o per la persona per la quale si prova sincero affetto.

Lo Staff di Spedisci Fiori

 

Come mantenere le Piante in Estate

Siamo a ferragosto e abbiamo il problema delle Piante, prima di preparare la valigia per la partenza preoccupiamoci delle nostre piante e la prima cosa da valutare e che se abbiamo piante all’interno che arredano la nostra casa e noi usiamo chiudere le tapparelle quando partiamo dobbiamo sapere che le piante hanno necessità di fare fotosintesi, perciò se andiamo a chiudere le finestre nel giro di pochi giorni la Pianta morirà, facciamo mancare l’acqua il nutrimento ma mai la luce del sole perchè loro si nutrono con la Luce.

Perciò chi ha delle Piante all’interno e chiuderà le persiane di casa bisognerà metterla in un posto esterno, mentre chi ha un impianto di irrigazione nel suo spazio verde, di collaudarlo prima di partire, cambiare le pile dell’eventuale computerino, la programmazione migliore è quella prima cosa da fare una distinzione tra le piante in vaso e le piante in piena terra. In quelle in vaso dovrò sicuramente fornire ai miei vasi almeno un paio di cicli d’acqua durante questa fase giornaliera dove c’è questo caldo, o la mattina presto o la sera dopo il crepuscolo, perciò sempre dove il sole è meno presente, infatti la mattina presto è l’ideale perchè ha tutto il tempo di asciugare il terreno così non c’è rischio di eventuali ristagni la notte.

Per chi invece non ha la possibilità di avere un impianto di irrigazione in commercio ci sono pagliativi che un pochino tamponano la nostra assenza, ci sono dischetti di riserva d’acqua, di un materiale sintetico ultra assorbente, capace di trattenere anche 15-14 volte il proprio volume d’acqua, si impregnano d’acqua dopo aver annaffiato il vaso io vado ad inserire il dischetto alla base del vaso, ed essendo aperto ci permette di entrare fino al colletto della pianta.

Poi abbiamo le perline che sembrano sali in realtà dette perle d’acqua, va inserito in grammo della bustina per un litro di terra, l’unica contro indicazione e che al mio ritorno le ritrovo dentro la terra, quindi dovrò andare a ripulire la terra, quindi a svasare la Pianta.

Se vogliamo spendere invece un pò di più abbiamo l’acqua complessata, resa gel, dove c’è della cellulosa e acqua distillata, mettendola nel mio vaso i micro organismi che abitano quel vaso processeranno questa cellulosa liberando l’acqua, perciò costantemente ho un terreno umidificato. Inoltre abbiamo i Cunei detti “carote” sono fatti di coccio materiale poroso, andiamo a metterlo sulla nostra bottiglia già piena d’acqua, la buchiamo sul fondo perchè ci deve essere l’area e andiamo a inserire questo Cuneo all’interno del nostro vaso, per osmosi il terreno tenderà gradualmente a tirare l’acqua da questo elemento fino ad esaurimento della bottiglia.

Lo Staff di Spedisci Fiori

Calendula

Piccola pianta perenne, coltivata spesso come annuale, la Calendula è presente nei giardini così come nella flora spontanea di tutta europa, di facile coltivazione. Trova posto in angolo soleggiato del giardino, in piena terra o anche in vaso, perchè non si tratta di  una pianta dalle esigenze particolari e si sviluppa senza problemi anche nella comune terra da giardino o in un piccolo vasetto sul davanzale della finestra.

I fiori dorati sbocciano per tutta la bella stagione, mantenendo il cespuglio di foglie grigiastre decorativo per molte settimane. In  inverno la parte aerea dissecca, quindi rivedremo la nostra Calendula con la bella stagione. Queste piante resistono al freddo e in ogni caso tendono ad auto seminarsi, quindi ogni anno avremo nello stesso angolo piante nuove.

Se desideriamo una fioritura sempre ricca e continua, è consigliabile annaffiare la pianta periodicamente, quando il terreno è ben asciutto evitando che rimanga secco per lunghi periodi di tempo.

I fiori di Calendula sono commestibili e vengono spesso utilizzati per rallegrale insalate o torte salate.

Il fusto della Calendula raggiunge i 50 cm e fiorisce  dalla fine della primavera fino all’autunno

Attira gli insetti impollinatori

Scaccia i nematodi dalla terra

Petali commestibili (in insalate o canditi)

Boccioli commestibili (sottaceti)

Virtù officinali (antinfiammatorio, cosmetico idratante)

La Calendula ha virtù medicinali: è un antinfiammatorio, cicatrizzante e disinfettante. Viene usata anche in cosmesi come idratante e astringente. Si utilizzano i fiori essiccando i petali e facendone decotti o infusi, le foglie possono essere mangiate in insalata, mentre i boccioli possono essere utilizzati nei sottaceti. I petali essiccati si possono mangiare canditi.

Lo Staff di Spedisci Fiori

Giardini in pietra naturale

Giardini in pietra naturale

Come si presenta il giardino: una porzione di terreno dove la vegetazione ha difficoltà a crescere per poca luce o per la difficoltà ad annaffiare quella parte di giardino. Scavi di fondo: segnare il profilo dell’aiuola che si desidera ottenere e intagliare il manto d’erba. Effettuare lo scavo dell’arca su cui si vuole realizzare l’aiuola. Rastrellare lo scavo per ottenere un fondo ben livellato. Posa del bordo in plastica: posare il bordo di plastica aiutandosi con un piccolo scavo di invito e un martello per conficcare il profilo nel terreno fino all’altezza dell’erba.

Posizionare la graffe metalliche: posizionare le graffe metalliche per mantenere il profilo di plastica ben aderente all’erba. Montaggio dei giunti metallici: per lunghezze superiori ai 150 cm, unire i bordi tra loro con dei giunti fissati alle estremità o all’altezza desiderata; poi bloccarli al terreno con delle graffe metalliche. Posizionare le piante: una volta completata la posa del bordo, disporre le piante a piacimento. Interrare i vasi di ogni pianta:  una volta decisa la loro posizione, togliere le piante dal vaso ed interrare il vaso di plastica. Irrigazione a goccia: una volta interrati tutti i vasi, se si dispone di un impianto di irrigazione a goccia, stendere il tubo in prossimità delle piante.

Stesura del telo: procedere con la stesura del telo termosaldato in polipropilene. Fissaggio telo e fori per le piante: una volta steso il telo, eseguire dei tagli in corrispondenza dei vasi interrati e fissare il telo al terreno con delle graffe metalliche. Togliere i vasi e interrare le piante: dopo aver tagliato il telo in corrispondenza dei vasi precedentemente interrati, togliere i vasi e interrare le piante, compattando bene il terreno attorno ad esso. Interrare tutte le piante.

Posizionare gli altri bordi: posizionare gli altri bordi qualora si decida di utilizzare diversi tipi di granulati o ciottoli, fissandoli con delle graffe metalliche. Stendere le pietre: stendere il granulato o ciottolo scelto, livellando bene le pietre e avendo cura di coprire tutte le superfici. Rimuovere le graffe in plastica: rimuovere le graffe metalliche visibili utilizzate per fissare i bordi.

Consegna fiori e piante a domicilio con spedisci fiori e penseremo noi a inviare fiori, bouquet o piante al domicilio richiesto in Italia e nel mondo grazie al nostro servizio di invio internazionale.

Lo staff di spedisci fiori

La cura dell’ Orchidea

L’orchidea una pianta molto resistente una delle specie più antiche, si parla di sessantacinque milioni di anni fa, che sono comparse sulla terra. Sin dall’antichità l’orchidea ha assunto un significato di forte passione, nel medioevo si credeva che l’orchidea aveva proprietà contro la sterilità, si facevano anche dei filtri d’amore con il potere di far innamorare le persone.

Ci sono varie specie di orchidee, quelle che troviamo noi in commercio sono quasi tutte Epifite che hanno radici aeree, cioè che in natura crescono aggrappate ai tronchi di un albero, infatti se noi andiamo a notare in composto, detto inerte, sono corteccie di pino marittimo spezzato e messo nel vaso e per farla sentire nel suo habitat naturale, perciò l’errore che si fa più comunemente e una volta portata a casa si cambia il vaso mettendola in un vaso con la terra, ed è la cosa più cattiva perchè si va a soffocare la radice.

L’orchidea va posizionata in situazioni luminose, ma non sole diretto, perchè potrebbe causare delle scottature sulle foglie, quindi magari un angolo vicino la finestra, perchè amano l’umido e magari non sole come tutte le piante.

Una comune condizione casalinga è prendere il vaso della nostra orchidea e metterla nuovamente in un porta vaso, in questo modo vado in contro ad alcune problematiche se non le consideriamo, ad esempio quando andrò ad annaffiare la nostra orchidea sono costretta ad estrarla, innaffiala abbondantemente e lasciar defluire tutta l’acqua, spesso però accade che questa operazione non viene fatta, e nel nostro porta vaso si forma quel ristagno idrico che manderà in marciume le radici dell’orchidea.

Le orchidee vanno annaffiate un volta a settimana con una innaffiatura ad immersione, in una bacinella o nel lavandino, andiamo ad immergere completamente tutto il vaso nell’acqua, lo fascio per almeno un’ora defluire così siamo sicuri che sono completamente asciutte, preferibilmente la mattina.

Lo Staff di Spedisci Fiori

Linguaggio dei fiori e delle piante

Linguaggio dei fiori e delle piante

Ninfea: l’amore non corrisposto. I Greci attribuivano a questo fiore così piacevole e delicato qualità anti-afrodisiache. Nella mitologia greca è considerato il simbolo dell’amore non corrisposto, ma anche dell’amore platonico. Gli Egizi usavano il fiore per ornare le pareti delle tombe dei faraoni. In Oriente, la ninfea simboleggia l’alba, l’arrivo del sole.

Orchidea: la sensualità e il lusso. Una curiosità: quasi tutti i fiori di orchidea al momento dello sviluppo compiono una torsione di 180° così che il petalo posteriore diviene inferiore e il sepalo anteriore diviene superiore. I sepali e i petali laterali sono quasi sempre uguali tra di loro, mentre il petalo centrale (il labello) è sempre diverso e può assumere svariate forme; nello stesso tempo può o meno contenere nettare. Gli eleganti, delicati e variopinti fiori di orchidea sono da sempre considerati afrodisiaci: elisir d’amore, pozioni magiche e ricette contro la sterilità venivano preparate con le radici o gli steli di orchidea. Simboleggia dunque sensualità, ma anche lusso, fascino e ricercatezza.

Ortensia: la freddezza. Originaria del Giappone, l’ortensia è una pianta molto decorativa, usata con frequenza per abbellire aiuole e giardini. E’ simbolo di freddezza. L’ “ortensia azzurra” è divenuta recentemente simbolo di speranza in difesa dei diritti dell’infanzia.

Papavero: la gloria. Forse per il suo acceso colore e la fragilità dei petali, il papavero fu considerato, sin dai tempi più antichi, simbolo di gloria e insieme di morte. In Gran Bretagna, sin dal 1914 il papavero rappresentava il fiore tradizionale dei caduti in combattimento e, per questo, in supremo atto di omaggio, al funerale di Giorgio IV si notava una grande corona di semplici papaveri di campo. Nell’antica Grecia era il simbolo del sonno. Il dio Morfeo veniva infatti rappresentato con un fascio di papaveri fra le braccia.

Passiflora: il fiore mistico. Alla Passiflora per la sua particolare forma viene attribuita una mistica e complessa rappresentazione. Infatti questo fiore, chiamato volgarmente “fiore della passione”, racchiude nella sua corolla tutti gli elementi simbolici che ricordano  il sacrificio di Cristo: un cerchio di filamenti purpurei rappresenta la corona di spine, i tre stili raffigurano i chiodi, lo stame, il martello, i petali ricordano gli Apostoli, i viticci della pianta, poi raffigurano la frusta della flagellazione.

Consegna fiori a domicilio con spedisci fiori

Lo staff di spedisci fiori