Consegna Fiori a domicilio La cura dei fiori e delle piante

Spedisci Fiori

La cura dei fiori e delle piante

I fiori recisi: Per aumentare la durata dei fiori recisi è possibile usare un accorgimento singolare che permette di allungare la durata dei fiori e, quindi, di ritardare la caduta dei relativi petali: basterà spruzzare la “lacca per capelli” solitamente usata dalle donne per le acconciature. Bisognerà però stare attenti all’operazione di spruzzo: per evitare, infatti, che la corolla dei fiori si rovini, è necessario spruzzare la lacca ad una decina di centimetri dal fiore stesso, in maniera delicata. Di seguito altri consigli dei nostri esperti per mantenere al meglio i vostri fiori recisi: Intanto prima dell’acquisto dovreste accertarvi che i boccioli siano maturi al punto giusto; Dopo l’acquisto, dovrete stare attenti al trasporto degli stessi fino a casa, per evitare che i fiori si rovinino con urti o movimenti inconsueti: si ricorda che i fiori e le piante sono molto delicate; Durante il trasporto, evitare di metterli a contatto con i raggi del sole; A casa, mettere i fiori subito in un adeguato porta fiori con dell’acqua fresca per permettergli subito l’assunzione di acqua mancatagli durante il trasporto; Si consiglia di aggiungere subito all’acqua fresca una piccola dose di nutrimento specifico per fiori recisi in modo da aumentare la durata degli stessi; Se non è stato fatto dal vostro fioraio di fiducia, gli steli dei fiori dovranno essere recisi con taglio rigorosamente obliquo, per circa 2 centimetri; Evitare che le foglie e il verde di stagione eventualmente aggiunto dal vostro fiorista, vada a contatto con l’acqua, perchè la inquina riducendo, decisamente, la durata dei fiori stessi; Aggiungere, all’occorrenza, acqua pulita al vaso, senza cambiarla tutta (si ricorda infatti che i fiori producono una sostanza particolare che all’interno dell’acqua risulta necessaria per la durata massima degli stesi. Cambiando l’acqua, benchè nuova e fresca, inconsapevolmente elimineremmo tali sostanze, riducendo così la durata dei nostri fiori); Collocare i fiori in ambiente fresco e mai a contatto diretto con i raggi del sole e correnti d’aria o fonti di calore. Per quanto concerne la pulizia delle foglie delle piante di appartamento, per averle piu’ lucide, basterà spolverarle con un piumino delicato per poi passarle con un panno morbido cosparso con qualche goccia di glicerina del tipo “all’olio di oliva” perchè non attacca la polvere. In maniera empirica e sbrigativa, per ottenere delle foglie subito lucide e brillanti, le stesse dovranno essere passate con un panno imbevuto di una soluzione composta da latte e acqua in parti uguali. Il risultato è garantito. Per avere delle piante dritte, i casi delle stesse dovranno essere girati periodicamente di 180° per compensare la naturale propensione delle stesse a curvarsi in direzione della luce. Qualora si dovesse effettuare una piccola potatura, il rametto dovrà essere reciso con taglio obliquo (mai orizzontale per via della difficoltà a rimarginare la ferita e quindi il trauma provocato) subito al di sotto della gemma. Nel caso, invece di taglio di tutto un ramo, dovrà essere effettuato con seghetto o forbice adatta alla potatura, in maniera rasente il tronco principale, per evitare sfilacciature e quindi ulteriori traumi alla pianta stessa, oltre al pericolo di infezione sempre in agguato. Con riferimento alle piante di appartamento invasate, per quanto riguarda il rifornimento d’acqua, dipende dalla tipologia della pianta stessa e, comunque, in linea di massima, l’irrigazione dovrà avvenire quando la terra è diventata secca. Nel periodo estivo, per evitare ammanchi di acqua, dovrete attrezzarvi con appositi gocciolatoi automatici a tempo collegati con l’irrigazione. Bisognerà fertilizzare ogni 15 giorni la terra con fertilizzanti liquidi o granulosi. In commercio esistono concimi che rilasciano sostanze minerali essenziali per le piante a lunga durata quindi, molto pratici ed economici. Ogni tipologia di fertilizzante presenta delle schede tecniche che dovranno essere rigorosamente rispettate per evitare eccessi di apporto in sostanze che potrebbero addirittura danneggiare le stesse. Per quanto concerne le siepi, vanno potate due volte l’anno, preferibilmente nei mesi di settembre e giugno. Non bisogna esagerare con delle forme forzate e strane che potrebbero far seccare la vostra siepe. La forma regolare è quella che si consiglia e cioè quella trapezoidale. Buona cura dei vostri fiori e delle vostre piante con i consigli degli esperti di Spediscifiori.it

Share this post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *